Al cinema in Giappone: Il ristorante Lumachino

Qualche tempo fa ho letto su decor8 di questo film Giapponese: Shokudo Katatsumuri. Ho cercato in giro, ma non sono riuscita a trovarlo, quindi non posso raccontarlo in prima persona, ma da quanto ho letto in giro e ho visto dal sito ufficiale sembra davvero moooolto interessante!

Ringo, una ragazza che lavora nelle cucine di un ristorante turco di Tokyo, rientra una sera a casa con l’intenzione di preparare una cena succulenta per il suo fidanzato col quale convive da tempo. Appena rientrata scopre che l’appartamento è completamente vuoto. Niente televisore, lavatrice, frigorifero, mobili, tende, niente di niente. E, soprattutto, sparito il fidanzato indiano. L’abbandono del fidanzato e la desolante vista della casa vuota le provocano un trauma così violento da farle perdere la voce. Decide allora di ritornare al villaggio natio, dove non mette più piede da quando, quindicenne, è scappata di casa in un giorno di primavera.
Là, appartata nella quiete dei monti, matura il suo dolore e cerca di recuperare il rapporto con la madre, personaggio alquanto eccentrico che sembra amare il suo maialino da compagnia più della sua unica figlia. Una mattina, però, osservando il granaio della casa materna, Ringo ha un’idea singolare per tornare pienamente alla vita: aprire un ristorante per non più di una coppia al giorno, con un menu ad hoc, ritagliato sulla fisionomia e i possibili desideri dei clienti. Con l’aiuto di Kuma-san, l’ex factotum della scuola elementare del villaggio, Ringo risistema il granaio. Pareti tinteggiate d’arancio, posate di epoca vittoriana e di epoca Taish e, nel giro di qualche mese, il Lumachino, così la ragazza battezza il ristorante, apre i battenti. La particolarità del ristorante è quella di ospitare solo una coppia al giorno e di offrire un menu pensato in base alle caratteristiche degli ospiti di turno.
La prima cliente è la Concubina, la triste amante di un influente politico locale, passato a miglior vita diversi anni prima. Sulla tavola, in un tripudio di colori, odori e bontà senza pari, si alternano piatti gustosissimi che attingono alle cucine più famose: giapponese, italiana, cinese e francese su tutte. L’indomani, la Concubina, agghindata di solito a lutto con una lunga veste nera, passeggia con un cappotto rosso fuoco e un magnifico colbacco di pelliccia, e il suo atteggiamento schivo ha lasciato spazio a una marcata allegria. La medesima cosa accade a tutti i clienti del Lumachino: una ragazza riesce a fare innamorare di sé l’ex compagno di classe che l’aveva sempre ignorata, una coppia gay in fuga d’amore tra i monti trasforma il soggiorno in una luna di miele, un uomo burbero e scorbutico diventa un gentiluomo e così via. In breve, la notizia della magia del Lumachino si diffonde in tutto il circondario, e il successo è così garantito, poiché tutti vogliono sedersi alla tavola del ristorante dell’amore ritrovato.

Il film sembra un mix tra Il Favoloso Mondo di Ameliè e Chocolat in versione giappo. Costumi, musica, ambientazioni,  la preparazione, la decorazione e lo styling dei piatti sono una vera fonte di ispirazione.

Il film è tratto dal romanzo di Ito Ogawa, adattato fper il grande schermo da by Hiroko Takai a diretto da Mai Tominaga. La mia ricerca del film (e del libro) continua, spero di potervi raccontare presto la mia versione del film! Per tutti i curiosi potete vedere una preview qui.

Annunci

2 thoughts on “Al cinema in Giappone: Il ristorante Lumachino

  1. Ciao Patrizia, grazie mille il libro l’ho trovato…lo sto leggendo e mi piace un sacco! settimana prossima, lavoro permettendo, dovrei mettere altre foto di dolcetti :)

  2. Ciao Ilaria, io il libro ce l’ho. se vuoi te lo porto in McCann Roma. E mi sto godendo le tue foto di food..
    Patrizia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...