C come cioccolato, cannella e cardamomo

In Marocco ovviamente mi sono trovata a comprare spezie. Le spezie le vendono un po’ da tutte le parti: negozi più o meno grandi, dove le spezie sono in bella mostra in contenitori di vetro e semi e fiori secchi sono esposti in grandi ceste al sole. Tutti vi diranno che le loro sono le spezie migliori, il loro lo zafferano è il più buono e il loro sapone il più profumato. Ora, io credo che in realtà la qualità sia più o meno la stessa per tutti, e che non ci siano grandissime differenze. Così ho cercato il negozio di spezie che mi sembrasse il meno turistico e “occidentale” possibile, e quando l’ho trovato mi ci sono fiondata. Un locale piccolo, con tantissime boccette di tutte le dimensioni, a ricoprire tutta la parete. Colori naturali, olio d’argan, saponi profumatissimi, bacche, fiori secchi, semi. E poi le spezie. Di tutti i colori e di tutti i tipi. Ad ogni mia richiesta il commerciante andava sicuro verso un contenitore di vetro e me lo portava, per ognuno toglieva il tappo e mi faceva annusare, toccare, sfregare il suo contenuto. Una volta scelto quello di cui avevo bisogno il negoziante, ha pesato tutte le spezie su una piccola bilancia, quelle di una volta con i pesini a controbilanciare, e le ha rinchiuse in piccoli sacchetti, scrivendo il nome su ciascuno. Arrivata a casa, ho riaperto quei sacchettini e, per un attimo, mi è sembrato di tornare a Marrakech ;-)

Ecco beh, tutto questo pistolotto qui sopra per dirvi che il dolcetto di oggi è il frutto di questo giro al negozio delle spezie! E anche dei regali di Natale. La mia amica L., infatti, mi ha regalato degli stampini per i cannelés che sono dei dolcetti tipici del sud ovest della Francia. Non so bene spiegarvi il procedimento esatto, però cuocendo in forno questi dolcetti escono con una deliziosa crosticina caramellata, mentre all’interno restano sofficissimi. La ricetta originale prevede vaniglia e rhum, ma per l’occasione l’ho modificata aggiungendo il mio bottino marocchino: cannella e cardamomo. E poi, ovviamente il cioccolato! Quindi, ecco qui un dolcetto morbido morbido e profumato, per coccolarsi in questa prima durissima settimana post ferie!

Cannelés al cioccolato con cardamomo e cennella

Ingredienti: 150 ml di panna liquida, 150 g di cioccolato fondente, 50 g di farina, 60 g di zucchero fine, 3 albumi, 1 cucchiaio di lievito, 1 cucchiaio di semi di cardamomo, cannella a piacere. Burro fuso o olio d’oliva per imburrare gli stampini.

Accendere il forno a 170°. Scaldare la panna in una casseruola su fuoco medio, aggiungere il cioccolato a pezzi, continuando a mescolare fino a quando sarà sciolto completamente. Togliere la casseruola dal fuoco e aggiungere il burro, mescolando e facendolo sciogliere. In un altro recipiente mescolare la farina, il lievito, lo zucchero, i semi di cardamomo e la cannella. Unire gli albumi e mescolare con una frusta. Aggiungere infine il composto di cioccolato, burro e panna e mescolare fino a quando tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati. Versare la crema negli stampi (precedentemente spennellati con burro fuso o olio d’oliva) e far cuocere in forno per 20-25 minuti. Sformare, lasciare raffreddare, sploverizzare con zucchero a velo e servire.

Annunci

11 thoughts on “C come cioccolato, cannella e cardamomo

  1. @noolyta: grazie mille, sei gentilissima :)

    @ilaura: vai di stampino per i muffins, e poi dimmi come vengono! magari lascia l’impasto un pochettino più “grumoso” che dovrebbero venire meglio

    @cinzia: grazie per la segnalazione…un giretto a Torino vorrei proprio farmelo!

    @lerocherhotel: si, effettivamente fanno una bella scena… e poi sono buonissimissimi!

    @giov: non ti preoccupare, sto meditando anche su stuzzichini salati!

  2. Conosco molto bene la ricetta dei canelès francesi;prima che nascesse Lavinia sono stata molto spesso in Francia in lungo ed in largo,sopra e sotto e mi ricordo molto bene di questi dolcetti che ho gustato per la prima volta anni fa quando eravamo stati in vacanza in Provenza ( meravigliosaaaaaa!!!!!).Mi sono trovata la ricetta originale dopo lunghe,lunghissime ricerche ed è il procedimento di cottura la parte più complessa.Comunque,se uno non ha tempo e voglia di mettersi ai fornelli ( non è il mio caso perchè come tu sai adoro cucinare ),c’è un locale,anzi una torteria a Torino in via S Agostino ( Olsen ) che è un posto piccolissimo ,ma davvero spaziale,dove è possibile gustare fette di torte dolci e salate buonissime,in quanto artigianali 100% e tra queste ci sono,appunto,i canelès ( cucinati talmente bene che sembra di ritornare indietro nel tempo ,a quella famosa vacanza ).

  3. Penso che questo dolcetto potrebbe salire vertiginosamente nella top ten dei miei dolci preferiti! Cioccolato, cannella e il mio nuovissimo amore per il cardamomo… Potrei svenire!

    Ma dici che se adotto la stessa ricetta in uno stampino per muffins si offende qualcuno?! :)

    Grazie

    PS: Per le spezie io ho smesso di comprarle al supermercato e mi rifornisco in un alimentari indiano in zona Porta Venezia dove, per ora, ho trovato praticamente tutto! :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...