Rape e pere: che bontà!

Che volete che vi dica, la zuppa mania continua. E qua ci stiamo specializzando eh! Zuppe di tutti i colori e con tutte le verdure, anche quelle che pensavo che non avrei maaaaaai mangiato, tipo le rape. Ebbene si, le rape sono le protagoniste della zuppa di oggi. La scorsa estate ero rimasta traumatizzata mangiando delle specie di rape in Giappone (<3) che però non mi avevano convinto molto…anzi mi avevano proprio disgustato. In realtà, però, era più l’insieme che non funzionava, ho cercato di rimuovere ma in sostanza nel piatto c’era dell’uovo crudo, del riso e queste rape, tagliate sottilssime ma che mescolate al riso e all’uovo diventavano qualcosa di davvero viscido come ehmm, come mmmh, ecco si, avete presente lo slimer? Ecco, esattamente così. Dopo questa bellissima immagine capirete bene il motivo per cui da quel momento avevo deciso che le rape non facevano esattamente per me. Ma siccome mai dire mai, ecco che l’altro giorno mi sono detta: “ma diamo una seconda possibilità a queste povere rape” e così me ne sono andata a casa con il mio bel sacchettino di rape.

Arrivata a casa poi non sapevo bene cosa farci, me le ero comprate per sfida, ma non avevo pensato minimamente a cosa farci. E qui entra in gioco la svuota-cestino della frutta che è in me. C’erano giusto due pere che mi stavano ballando davanti da qualche tempo, e così ho ben pensato di unirle alle sopracitate rape. Et voilà! Una zuppa vellutata dal sapore dolce e delicato: perfetta per un antipasto, se servita in piccole ciotoline, oppure come primo. E ancora una volta la mia zuppetta me la sono preparata con la mia fida Acticook Lagostina: facile, veloce e sicura! E ora via con la ricetta!

Zupa rape e pere

Ingredienti: olio d’oliva, 1 cipolla tagliata finemente, 2 rape medio/grandi pelate e tagliate a cubetti, 3 ecodosi (o un litro) di brodo vegetale, 2 pere belle mature, prezzemolo, sale e pepe.

Versare due/tre cucchiai di olio sul fondo della pentola, far soffriggere la cipolla a fuoco molto lento per qualche minuto, fino a quando non diventa bella morbida. Aggiungere la rapa tagliata a cubetti e il brodo. Mescolare e fare cuocere per qualche minuto. Chiudere la pentola e cuocere per circa 4 minuti. Nel frattempo pelare le pere e tagliarle sottilmente. Una volta trascorsi i 4 minuti di cottura dal fischio della pentola, fare sfiatare il vapore aprire la pentola e aggiungere le pere, fare cuocere per 5 minuti e aggiungere sale e pepe. Togliere dalla pentola e lasciare raffreddare qualche minuto. Passare la zuppa con il minipimer fino a quando non diventerà vellutata. Aggiungere il basilico e servire ancora calda.

Annunci

12 thoughts on “Rape e pere: che bontà!

  1. Che bello il tuo blog. Lo scopro con immenso piacere!! Complimenti, da oggi ti seguo. E mi segno anche questa deliziosa zuppa!! :)

  2. @ila: ahahaha forse vi ho rotto talmente tanto con sto rabarbaro, che è per quello che ti è rimasto in mente ;-D Per le rape ho usato quelle bianche, vai dal fruttivendolo e chiedi…rape! (io le ho trovate al supermercato)

    @nepitella: si provala perchè merita davvero. il gusto dolce e deciso, poi fammi sapere eh!

    @babs: grazie! e questo freddo poi non smetteeeeee. aiuto!

    @Cleareilpomodorosso: ciao! guarda anche io ero dubbiosa (visto il trascorso con le rape) ma in realtà è andata benissimo, e ora mi ci sono riappacificata.

    @veru: mgari mettine una sola di pera, comunque non si sente tantissimo il sapore alla fine. si sente un bel retrogusto dolcino :)

    @duil: ma grazie, quanti complimenti! si assolutamente un omaggio al popolo giapponese e al giappone che tu sai io amo moltissimo. ci vediamo sabato eh!

  3. Che bella foto,bella luce,sei diventata più brava del maestro.
    Ciotola e pestello (suribachi) originali giapponesi regalati da Roberto.
    Un omaggio forse inconscio a questo popolo sfortunato.
    Non posso neanche dire non capisci una rapa!
    Ciao fantasticailly
    Baci Duilio

  4. Woooooooow, sempre più difficile! :)
    Ma che tipo di rape hai usato? Cioè, io vado dal fruttivendolo e chiedo? :)

    PS: Sappi che ogni volta che passo davanti il fruttivendolo gioielliere di piazza tricolore, rivolgo un pensierino e ate e al tuo rabarbaro… Eh, ci sono cose che ti rimangono impresse…va’ a capire perchè, poi?! ^__^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...