Tornata!

A dirla tutta sono tornata già da un po’, e ho anche un sacco di novità! La prima è quella che ho una casetta tutta nuova, mia, con tantissima luce, uno studiolo per le mie foto, una cucina grande e un terrazzo che pian piano prende forma. La seconda è che fastweb non si è ancora degnato di fare il cambio del modem dalla casa vecchia e quindi sono senza connessione :( La terza è che quest’anno la vacanza è stata una mini-vacanza. Niente viaggi esotici, lontani o avventurosi. Una tranquilla settimana sul lago d’Orta, a casa di R. dove, grazie al tempo stupendo, ci siamo dedicati all’assoluto relax e al dolce far niente.

Tra passeggiate per i paesini intorno al lago, incursioni nell’orto dello zio G. e pomeriggi  stesi al sole non ci siamo però fatti mancare la buona cucina ovviamente! E infatti nella foto c’è un bel cesto di ortiche, che tanto avevo aspettato di poter assaggiare nel risotto. Detto, fatto. In una serata super calda mi sono ritrovata a mangiare su un tavolo di pietra vista lago uno strepitoso risotto all’ortica. Questa volta niente foto però, ma la ricetta è quella originale dello zio G. Ovviamente le ortiche vanno colte le forbici e vanno toccate solo con i guanti! Si lavano sotto l’acqua fredda e, una volta lavate, non urticano più… resta solo la loro bontà!

Nel frattempo sistemo casa, sistemo le foto delle vacanze e mi do a nuove ricette (finalmente si riaccende il forno!), fastweb permettendo ci si sente presto!

Risotto all’ortica dello zio G.

Ingredienti: circa 250 g di foglie giovani di ortica, 300 g di riso (Carnaroli), 1 scalogno, 1 bicchiere di vino bianco, 30 g di burro, olio extravergine di oliva, brodo vegetale, grana grattugiato, sale e pepe

Lavare accuratamente le ortiche con acuqa e bicarbonato (usare i guanti!) e sbollentarle in acqua salata. Scolare e conservare l’acqua di cottura. (A questo punto le ortiche non sono più pericolose!) Tritare  la cipolla e farla soffriggere in pentola con un po’ d’acqua fino a frla diventare trasparente. Aggiungere l’olio, le ortiche e il riso e fare tostare per qualche minuto.  Mescolare e aggiungere il vino, poco per volta, facendolo evaporare. Aggiungere poi il brodo vegetale e un mestolo di acqua di cottura delle ortiche, continuando a mescolare fino al completo assorbimento dell’acuqa. Continuare aggiungendo acqua (un mestolo per volta) fino a quando il riso sarà completamente cotto. Una volta che il riso è cotto aggiungere il burro, mescolare bene, regolare di sale e pepe e infine spolverizzare con formaggio grattugiato.

15 thoughts on “Tornata!

  1. Ilariavafuoriiiiii!La tua torta era buona, ma buona buona buona!La cucina nuova va usata…quindi se vuoi sperimentare io mi sacrifico come cavia!Smack!Quella della stanzetta.

  2. Complimenti x la nuova casa …..
    ciao
    Duilio
    PS:
    sul mio sito sono visibili le foto della mostra in bn.
    IL PAESE IN CORTILE

  3. ciao Ila!!! Beata te per la casa luminosa… :))) Sono contenta che tu stia avendo tutti questi cambiamenti positivi in corso :) Ci si rilegge presto!

  4. Ahahah! Sì, se ci sono quelle vanno lavate con il cianuro per farle riprendere dallo shock dell’inquinamento! :)

    Intendevo, da ignorante, è mica possibile comprarle da qualche parte? O l’unica soluzione è tirare su le maniche e iniziare a cercarle in giro per i campi?! (Se la risposta è la seconda…beh, io non le so riconoscere…doh…! )

    :)

  5. Oh! Ma che bello rileggerti!!! Mio incuriosisce tantissimo questo risotto, ma dove le trovo le ortiche a Milano??!! :( Voglio le ortiche!!

  6. @Valentina: ciao! Devi usare solo le foglioline più giovani, quelle che si trovano in alto nel rametto. Attenzione che fino a quando non sono bollite sono urticanti…quindi toccale solo con i guanti! Fammi sapere come viene!

    @semprevento: hai detto bene, solo le foglioline! Qui ora si sta meglio, il grande caldo è passato per fortuna, non vedo l’ora che inizino a cadere le foglie! Grazie per gli auguri e per passare di qui ogni tanto ;-)

  7. credo solo le foglie…ma io non sono così brillante in cucina…
    ..bentornata Ilaria…
    Augurissimi per tutto!!!
    ah si, il risottino…
    deve essere squisito…
    per ora però…fa ancora troppo caldo….
    panzanella!
    :-)

  8. che buono! ne parlavo qualche giorno fa, mi piacerebbe proprio prepararlo. le ortiche vanno messe anche con il loro rametto o si usano solo le foglie? un abbraccio, grazie!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...