Colazione, a love story

Credo di averlo detto già taaaaante volte, ma lo ripeto: io amo il momento della colazione. Durante la settimana, quando i minuti sono contati, purtroppo è super veloce: qualche biscotto, una tazza di tè o una spremuta e via. Ma nel weekend non vedo l’ora che arrivi questo momento. Solitamente è un momento tutto per me, perché R. dorme sempre un pochettino di più e non ama sedersi a mangiare di primo mattino. Io invece mi sveglio praticamente pensando solo al rito che mi aspetta. Preparare la spremuta o il succo, imburrare il pane e poi ricoprilo di marmellata, aspettare che il toast sia pronto, mettere a mollo nell’acqua bollente il tè scelto per l’occasione, e via dicendo. Questo weekend mi sono preparata dei biscottini molto sani, con la farina di farro che ultimamente, insieme a quella di kamut, sto usando tantissimo. Quindi farro, nocciole e cioccolato, un ottimo mix per iniziare al meglio la giornata, non trovate?

Prima della ricetta volevo condividere una piccola lista di alcune cose deliziose che mi hanno colpito in quest’ultimo periodo:

questo progetto qui

questo video sulla Birmania, paese su cui mi sto documentando e che spero di poter visitare presto

il trailer di questo libro, non vedo l’ora che esca

il nuovo numero di Sweet Paul Magazine

***********

Biscotti di farro con cioccolato e nocciole

Ingredienti: 80 g di burro a temperatura ambiente, 110 g di zucchero di canna, 1 uovo, qualche goccia di essenza di vaniglia, 145 g di farina di farro, 1 cucchiaino di lievito in polvere, 50 g di nocciole tritate, 50 g di cioccolato fondente tritato (o gocce), 4 cucchiaini di cacao.

Scaldare il forno a 160°. Lavorare insieme il burro e lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere l’uovo e l’essenza di vaniglia e mescolare bene. Mescolare il lievito alla farina e unire il tutto all’impasto. Mescolare delicatamente e unire le nocciole, il cioccolato tritato e il cacao. Con un cucchiaino prelevare delle piccole parti dall’impasto e formare delle palline. Posizionarle, appiattendole leggermente, sulle teglie del forno, precedentemente ricoperte con carta da forno. Distanziarle di qualche centimetro l’una dall’altra poiché in cottura tenderanno ad allargarsi. Cuocere i biscotti per circa 20-25 minuti, fino a quando non saranno belli dorati. Toglierli dal forno e lasciarli raffreddare per qualche minuto. Si conservano per una settimana in un barattolo o in una scatola a chiusura ermetica.

Annunci

Shorterbread con prugne secche

Ehilà, ne è passato di tempo dall’ultima volta eh…quasi un mese esatto. E la cosa strana è che praticamente non me ne sono neanche accorta. Indaffarata tra lavoro, amici e nuovi progetti non ho proprio avuto tempo di dedicarmi a preparare dolcetti, tortine ecc. A dire il vero non ho avuto proprio tempo di fare quasi niente. E mi sa che continuerà così ancora per qualche tempo…mi sa che da queste parte ci si dovrà abituare ad avere ricettine con il contagocce, ma presto torno a tempo pieno, giuro! Ancora un pochettino di pazienza, mi aspettate?

Nel frattempo vi lascio con una ricetta che ho realizzato per S.Valentino (ehm si anche quello è passato da mò!) per il blog She said Green! della mia amica Giusy. Dei teneri cuoricini, dolci, friabili e super coccolosi. Ecco qui la ricettina :-) e buon inizio settimana!

Shortbread con prugne secche

Ingredienti: 200 g di burro, 100 g di zucchero di canna, 100 g di farina bio, 170 g di farina di kamut, 50 g di farina di riso integrale, 8 prugne secche bio tagliate a pezzettini, 1 uovo, 1 pizzico di sale

Tagliare il burro (freddo di frigo) a cubetti e mescolarlo nel mixer con lo zucchero. Aggiungere le farine, l’uovo e mescolare per qualche minuto. Aggiungere le prugne tagliate a cubetti e continuare a impastare fino a quando gli ingredienti saranno ben amalgamati e si formerà un panetto. A questo punto stendere l‘impasto su una spianatoia infarinata e impastare a mano, delicatamente. Stendere l’impasto su ripiano ricoperto con carta da forno. Con dei tagliabiscotti ritagliare i cuoricini e trasferirli su una placca rivestita di carta da forno. Infornare in forno ben caldo (180° – se ventilato abbassare la temperatura a 160°) per circa 15 minuti o fino a quando i biscotti risulteranno dorati. Togliere dal forno e lasciare raffreddare su una griglia. In una scatola di latta si conservano fino a 4 giorni.

Anno nuovo, vita…

… vita nuova, no? Riprendendo il titolo del post questo sarebbe il detto, giusto? Ecco, anzitutto tanti tanti auguri a tutti di buon inizio 2012. Settimana scorsa ce la siamo presi con calma da queste parti e ne ho approfittato per rifelettere un pochettino. L’anno appena passato è stato un anno denso di cose nuove, di nuove conoscenze, di aggiustamenti, di scatoloni e di cambiamenti su tutti i fronti. E’ sicuramente stato un anno di crescita, ma devo anche dire che è stato un anno faticoso. Pensando all’anno appena terminato ho deciso alcuni punti saldi di quello che sarà il mio 2012. La prima cosa, quella più importante, è cercare di dare più spazio a me stessa, a quello che mi piace fare e in cui credo. Questo blog è sicuramente una di queste cose, e alcuni nuovi progetti di cui vi parlerò più avanti vanno sicuramente in questa direzione. Dall’altra parte, però, questo blog devo dire che mi impegna tanto, a volte troppo. Ultimamente un sacco di persone mi chiedono come faccio a fare tutto: lavorare, cucinare, fare la spesa, seguire la casa, fare le foto, scrivere i post… effettivamente a volte non lo so neanche io! Quindi, da qui nasce la seconda riflessione del 2012: “take it easy” come si dice oltreoceano. Prendere le cose con calma, come si dice da queste parti. Non impazzire per postare tutti i giorni, o quasi, come ho sempre cercato di fare, e dedicare tempo alla ricerca di nuove ricette, di ingredienti particolari, di trend e tendenze. Dedicare del tempo alla scoperta di negozi, ristoranti, bar e mercatini speciali di cui poi raccontare su queste pagine virtuali. E questa necessità di prendere tempo, di ascoltarmi di più significa anche dedicare le miei energie ai miei amici, quelli veri, e alle persone a cui voglio bene. Perché nell’era di facebook e dei social network, dove le relazioni tendono sempre di più ad essere virtuali, io invece sento l’esigenza di cose concrete, di occhi che si incontrano, di abbracci, di chiacchere dal vivo…di cose autentiche insomma :-) Ecco, dopo questa pippa sui buoni propositi dell’anno che ci aspetta veniamo alla cosa concreta di oggi, questi bei biscottini che vedete nella foto. Che poi, altro non sono che deliziosi cantucci con tante-cose-buone-dentro.

Quindi quindi, per tutti quelli che pensano che i cantucci siano difficilissimi da realizzare a casa basta leggere qui di seguito per scoprire che in realtà bastano due passaggi è il gioco è fatto. In pratica l’impasto si fa mescolando tutti gli ingredienti insieme, si fa un bel salsicciotto, si fa riposare un pochettino e poi si passa in forno, si taglia e si ripassa in forno. Detto, fatto i cantucci sono pronti e sicuramente faranno un figurone se, alla cena con i vostri amici (vedi sopra) con del vin santo porterete dei cantucci fatti con le vostre manine! E poi, frutta secca, albicocche disidratate e i fichi richiamano le feste appena passate, perché per la dieta c’è tempo :-)

Cantucci con frutta secca, albicocche e fichi

Ingredienti: 200 g di farina, 1 cucchiaio e 1/2 di lievito, 100 g di zucchero di canna, 30 g di pistacchi sgusciati, 30 g di nocciole, 30 g di uvetta, 40 g di albicocche secche, 40 g di fichi secchi, 2 uova leggermente sbattute

Come prima cosa sgusciare i pistacchi e tagliarli a metà. Poi tagliare le nocciole, le albicocche e i fichi secchi. Scaldare il forno a 160°C. In una ciotola versare la farina setacciata e il lievito in polvere. Aggiungere lo zucchero, i pistacchi, le nocciole, l’uvetta, le albicocche e i fichi. Aggiungere le uova e mescolare bene l’impasto, formando un cilindro schiacciato leggermente sui lati. Disporre l’impasto su una pacca foderata di carta da forno e infornare per 30 minuti. Quando cotto togliere l’impasto dal forno e farlo raffreddare per qualche minuto. Con un coltello seghettato tagliare l’impasto dello spessore di circa 1 cm, diagonalmente. Disporre i biscotti sulla placca da forno e far cuocere per 10 minuti, girandoli una volta a metà cottura. Quando saranno dorati toglierli dal forno e lasciarli raffreddare per qualche minuto. I biscotti si conservano per una settimana in un contenitore a chiusura ermetica.

Biscotti all’arancia per gli auguri

E alla fine ci siamo davvero: meno un giorno a Natale. In televisione fioccano i film e i cartoni a tema natalizio e ci si prepara per la grande abbuffata che per molti parte stasera e finisce a S. Stefano. Tavole apparecchiate, lucine dorate e candele accese, pronti partenza via, si parte! Questo è il mio periodo preferito dell’anno, non tanto per i regali che si ricevono, quanto per quelli che si fanno. Per me, da qualche anno, fare i regali significa prepararmi a sfornare biscotti ininterrottamente per una settimana, in ogni momento libero. Significa cercare le ricette adatte, i sacchettini e le scatole per i pack, i nastrini e i bigliettini per chiudere tutto e conservare il mio regalo. Condividere questi regali con i famigliari e gli amici più cari mi fa sentire bene e vedere le loro facce soddisfatte mentre mangiano i miei regali mi fa sorridere e sentire speciale per un momento.
E quindi, nel caso sentiate anche voi il desiderio di fare qualcosa con le vostre mani da regalare alle persone che vi stanno a cuore, o nel caso in cui vi manchi una ricetta per i biscottini per le merende dei prossimi giorni, questi qui sopra potrebbero essere una bella proposta. Di cosa parliamo? Di semplici biscotti al profumo d’arancia, bianchi come la neve, croccanti fuori e tenerissimi dentro.
Da fare questa sera, dimenticare in frigo, affettare e cuocere domani. Vi assicuro che il profumo che si diffonde per casa regalerà un’atmosfera ancora più natalizia :-)

La ricetta è una di quella da fare a occhi chiusi o facendosi aiutare dai piccoli di casa. Lavorare insieme 160g di burro morbido con 125 g di zucchero a velo e unire poi la scorza grattugiata di un’arancia bio. Lavorare tutto fino ad ottenere una crema omogenea. Unire 3 cucchiai di succo d’arancia e un pizzico di sale, continuando a mescolare. Incorporare 260 g di farina setacciata con 20 g di maizena e lavorare l’impasto velocemente fino a quando tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati. Trasferire l’impasto sul piano di lavoro e formare un salsicciotto di circa 3 cm di diametro, avvolgerlo nella carta forno. Metterlo a riposare in frigorifero tutta la notte. Preriscaldare il forno a 180°C, togliere l’impasto dal frigorifero e ricavarne delle rondelle spesse circa 1 cm (mi raccomando, l’impasto deve essere freddissimo!). Disporre i biscotti su una teglia ricoperta di carta forno e cuocere per circa 12 minuti (fino a quando i bordi iniziano a dorarsi). Una volta cotti lasciare raffreddare leggermente i biscotti e passarli nello zucchero a velo ancora caldi. Lasciarli raffreddare completamente su una griglia e conservarli in una scatola di latta.

E con i biscotti natalizi abbiamo finito anche quest’anno :-) Tantissimi auguri a tutti, per un Natale sereno, divertente e con tanto buon cibo!

Di biscotti, marmellate, scatole e Natale

Da ieri siamo ufficialmente in inverno: freddo, neve, coperte, sciarpe e cioccolata calda. Ma soprattutto meno 3 giorni a Natale. Nel caso qualcuno avesse ancora qualche regalino da fare, e anche il tempo di farlo con le proprie mani ecco qui la seconda puntata dei miei regalini golosi 2011.

Delle scatole bianche, scotch di carta rosso e bianco, etichette natalizie, nastro rosso e verde, forbici a zig zag, sacchetti trasparenti e il gioco è fatto! Piccoli pack natalizi pronti per essere distribuiti ad amici, parenti e colleghi, per regalare una pausa dolce a chi aprirà il pacchetto e potrà gustarselo in tutta calma durante le vacanze.
Prepararli è semplice: basta decidere che cosa mettere nel pack, preparare i vari prodotti (anche  in anticipo, come si può fare per le marmellate) e poi confezionare tutto insieme. Per quelle che vedete nelle foto ho fatto così: 4 per tipo do questi biscotti qui, impacchettati in un sacchettino trasparente (con soffietto), ripiegato su se stesso e chiuso con dello scotch di carta.  Poi nella scatola ho aggiunto una marmellatina di uva americana bianca, arrivata direttamente dall’orto del lago d’Orta dello zio G. e un barattolino di apple butter. Anche in questo caso niente foto dei vari prodotti o della scatola aperta… mi sono solo ricordata di fotografare gli strumenti del mestiere della fase dell’impacchettamento (quando era finito ormai!)

L’ultima fase è quella del mettere tutto insieme e chiudere la scatola. Al suo interno carta velina bianca a pois rossi per fare la base e poi i vasetti e, incastrati i biscotti. Poi si chiude la scatola con lo scotch, un bel giro di fili di lana, il biglietto natalizio (quello che ho usato l’ho preso da qui, e l’ho un pochetino riadattato, scrivendo su ogni cerchietto il nome di uno dei prodotti nella scatola e poi unendoli tutti e tre insieme) e il gioco è fatto. Non trovate anche voi che sia un bel modo per dire buon Natale alle vostre persone speciali?

Di biscotti e Natale

Non so se capita anche a voi, ma quando arrivano questi giorni pre natalizi io perdo il controllo. Non so bene spiegarmi perché ma tutto va velocissimo e alla fine mi ritrovo, come in questo caso, a sfornare biscotti per tutta la domenica pomeriggio e non avere fatto neanche una (e dico una!) foto. L’anno scorso ero riuscita a farle di sfuggita tra un’infornata e l’altra, con risultati moooolto vintage. Quest’anno mi ero ripromessa di tenermi qualche biscottino per delle foto come si deve.. e invece niente! Ecco, l’unica foto che ho fatto, è questa qui sotto, con tanto di mie calzine che si intravedono :-) Insomma, niente, alla fine presa tra pesare la farina, sbattere le uova, non fare scaldare il burro, inforna, sforna, ecc i biscotti sono finiti uno dopo l’altro nei vari sacchettini + nastrino rosso che poi sono diventati dei dolci regalini per i miei colleghi in ufficio.

La ricetta dei biscotti è molto semplice e l’ho utilizzata come base di partenza per aggiungere altri ingredienti e fare delle varianti. Quindi, i Xmas Cookies 2011 sono stati: biscotti al cioccolato e cannella, biscotti alla lavanda, biscotti al cioccolato e sale, biscotti alla vaniglia.

Una volta belli pronti i biscotti vanno lasciati asciugare su una gratella e poi sono belli e pronti per essere impacchettati. Un sacchettino di carta trasparente bianco, un fiocco rosso, 7 biscotti a sacchetto e via, i regalini golosi sono pronti per essere consegnati! Qui di seguito i miei appunti per l’impasto generico e le variazioni. A domani con la seconda puntata dei biscotti di Natale!

Biscotti di Natale 
Ingredienti per la base: 220 g di burro, 170 g di zucchero, 270 g di farina di farro bianca, 50 g di farina di riso integrale, 1 uovo, 1 pizzico di sale

Tagliare il burro (freddo di frigo) a cubetti. In un mixer unirlo alle farine e all’uovo. Mescolare fino a quando gli ingredienti saranno ben amalgamati e si formerà un panetto di impasto. A questo punto stendere l’impasto su una spianatoia infarinata e impastare a mano, delicatamente. Staccare un po’ di impasto e farne delle palline. Disporre le palline su una placca rivestita di carta da forno e appiattirle delicatamente con le dita. Infornare in forno ben caldo (180°) per circa 20 minuti o fino a quando i biscotti risulteranno dorati.

Biscotti cioccolato e cannella: sostituire la farina di farro con quella 00 (io uso la bio) e aggiungere 70 g di cacao amaro e 2 cucchiai di cannella in polvere alle farine. Procedere con il resto della ricetta e assaporare il dolce profumo di cannella e cioccolato che si diffonderà per casa.

Biscotti alla lavanda: quando l’impasto è già avviato aggiungere un cucchiaio scarso di fiori di lavanda per uso alimentare e seguire il resto della ricetta. Assaggiare un biscotto appena sfornato, chiudere gli occhi e lasciarsi trasportare in un campo di lavanda fiorita, in una bella giornata soleggiata.

Biscotti cioccolato e fleur du sel: seguire la ricetta dei biscotti cioccolato e cannella ma togliere la cannella e aggiungere un cucchiaino di fleur du sel. Seguire il resto della ricetta e gustare i biscotti per assaporare l’irresistibile contrasto dolce-salato.

Biscotti alla vaniglia: aggiungere all’impasto base un cucchiaio e mezzo di estratto di vaniglia e seguire il resto della ricetta. Appena sfornati il profumo della vaniglia vi farà perdere la testa.

Dolcetti al cocco e il vincitore del giveaway

Annunciazione annunciazione, eccoci qui con il risultato del Xmas Giveaway lanciato qualche settimana fa in collaborazione con Salter. Per chi volesse saltare tutti i preliminari vi consiglio di andare in fondo al post, lì troverete il vincitore :) Per tutti gli altri, che vogliono un pochettino di suspance, beccatevi il ringraziamento a tutte le persone che hanno partecipato e che hanno anche condiviso su twitter, likato la pagine di facebook, e poi ovviamente Salter che ha messo a disposizione la bilancia premio. Spero che il regalino arrivi entro Natale, così da avere un pensiero da scartare anche da parte mia :-)

Concluso con il giveaway veniamo alla ricetta di oggi. Anche qui un pensiero ai regalini homemade per Natale. Anche questi dolcetti al cocco, infatti, si possono preparare, insacchettare, etichettare e regalare. O almeno, io così farò :-) Questi poi rientrano nella categoria facili-facili, dove basta mescolare i vari ingredienti tutti insieme e poi metterli in forno, puntare il timer et voilà, i dolcetti-regalino sono pronti. Facile, no?

Dolcetti al cocco (ispirati alla ricetta è di Donna Hay macarons al cocco)
Ingredienti: 1o0 g di cocco disidratato, 50 g di farina di mandorle, 100 g di zucchero semolato, 2 albumi

Scaldare il forno a 180° C. Mescolare insieme il cocco (ridotto in farina con il mixer), la farina di mandorle, lo zucchero e i 2 albumi leggermente sbattuti. Formare delle palline con due cucchiaini di impasto e disporre su una teglia foderata con carta da forno (oppure disporre l’impasto in mini pirottini). Cuocere in forno per 10-15 minuti e sfornare appena sono dorati.

E ora…tatatata vince il giveaway Camy, commento n. 53. Complimenti e ancora grazie a tutti per aver partecipato.
Buon lunedì e inizio settimana :-)

Dicembre: chocolate chip cookies

dicembre è iniziato da due giorni e non c’è già più tempo di fare niente. Giro con la mia Moleskine piena di appunti e continuano a venirmi in mente cose da fare, ma si può? Come se non bastasse ho deciso che quasi quasi mi butto nell’organizzazione di un Xmas Party tra amici, che vale anche come festa di inaugurazione della casa…Musica natalizia, lucine, candele, amici e un sacco di cose buone da mangiare, non è questo lo spirito natalizio? Beh su questo vi tengo aggiornati, per oggi invece ho altre cosette di cui parlare.
Anzitutto ricordo il giveaway, potete partecipare ancora per una settimana, è facile, basta lasciare qui un commento indicando il vostro dolce di Nalate preferito e se la fortuna è dalla vostra potete vincere una deliziosa bilancia Salter.

Poi un appunto per il weekend milanese. Dunque, visto che sfornare biscotti con il nuovissimo Kithchen Aid appena scartato (ma questo merita un post a parte direi), non mi basta, sabato e domenica vado un po’ in giro per la city. Sabato pomeriggio penso di fare un salto alla Cascina Cuccagna, posto che mi piace un sacco, perché una cascina nel centro di Milano non è mica una cosa da tutti i giorni, no? E se poi c’è anche un mercatino Natalizio meglio ancora! Ecco, se vi ho incuriosita date un’occhiata qui, trovate tutto il programma. E se avete intenzione di passare fatemelo sapere che magari ci si beve un the insieme.
Domenica invece sarò dalle parti di Zona Tortona, dove c’è un’iniziativa dedicata alla fotografia e, sempre in zona, un evento che già dal titolo promette bene: Lovers go Bizarre: like a Christams Pudding. Anche in questo caso mercatino natalizio, muscia, cibo e chiacchere. Mi sembra che non manca niente, no?

Ah no, ecco qualcosa manca a dire il vero! Manca la ricetta di questi buonissimi biscottini con gocce di cioccolato. Altro regalo homemade nella lista delle cose da preparare ad amici e parenti, confezionato in sacchettini di carta bianca o marroncini tipo quelli del panettiere, oppure in scatolette di latta, o ancora nel solito vasetto di vetro Ikea con un bel nastrino. Il tutto per augurare una colazione natalizia con i fiocchi!

Chocolate chip cookies

Ingredienti: 125 g di burro (morbido), 250 g di farina, 150 g di zucchero di canna, 1 cucchiaino di estratto di vaniglia, 2 uova, 1 cucchiaino di lievito, una punta di sale, 100 g di gocce di cioccolato

Mescolare burro, vaniglia e zucchero fino ad ottenere un composto cremoso. Aggiungere le uova una per una, la farina setacciata con il lievito, e le gocce di cioccolato. Mescolare fino a quando gli ingredienti non saranno ben amalgamati. Formare delle palline con l’impasto e disporle, distanziate di qualche cm, su una teglia rivestita di carta da forno. Appiattirle leggermente con la punta delle dita o il dorso di un cucchiaino. Infornare nel forno ben caldo (185° C) per circa 10 minuti o fino a quando i biscotti non saranno dorati. Togliere dal forno e lasciare raffreddare su una gratella, poi riporli in una scatola di latta. Si conservano per qualche giorno.

Shortbread: i biscotti più burrosi di sempre

Avete presente quei buoni propositi per cui si dice: da domani mi metto a dieta e non tocco più un filo di zucchero, burro ecc ecc. Si? Ecco, bene, dimenticatevelo. Eh beh, mica uno si può mettere a dieta proprio a dicembre, quando bisogna preparare tutti i dolcetti da regalare a Natale :-) Questi shortbread in particolare sono una vera goduria per il gusto, la mente, il cuore e gli occhi. Un po’ meno per la linea, però vabbè, mica si può avere sempre tutto, no?!

Pronti? Basta avere a disposizione burro (tanto), zucchero, farina, uova, vaniglia e il gioco è fatto. La ricetta è a prova di bomba, fatta e rifatta, arriva dalla mitica Donna Hay ed è veramente irresistibile e semplicissima. Chissà poi perché quando c’è di mezzo il Natale mi viene sempre in mente Donna Hay, vabbè. Divagazioni a parte, in pratica, tornando alla ricetta: si prendono gli ingredienti, si pesano per bene e si mettono tutti insieme nel mixer. Si mescolano fino a quando non sarà tutto bello amalgamato, si impasta ancora un pochettino a mano,  si ritagliano le formine  e a questo punto si infilano dritti dritti in forno per 20 minuti :) Già solo il profumo che si diffonde in giro per casa crea l’atmosfera natalizia, poi basta impacchettare per bene questi dolcetti e sono pronti da regalare. La pasta si può anche congelare, in modo da tirarla fuori all’ultimo, proprio quando stanno per arrivare degli ospiti imprevisti o c’è da preparare un regalino last minute.

Rispetto alla ricetta originale ho modificato solo il tipo di farina, per cui, al posto di quella bianca 00 io ho usato una farina di farro bianca e al posto di quella di riso una farina di riso, tutto rigorosamente bio. Per il resto sono stata stra fedelissima. Consiglio personale: se amate i dolci, le belle foto e uno styling pulito ed essenziale non perdetevi il classicone da cui questa ricetta è tratta Classici Moderni vol.2, 190 pagine da mangiare con gli occhi!

Shortbread alla vaniglia

Ingredienti: 220 g di burro, 170 g di zucchero, 270 g di farina di farro bianca, 50 g di farina di riso integrale, 2 cucchiai di estratto di vaniglia, 1 uovo, 1 pizzico di sale

Tagliare il burro (freddo di frigo) a cubetti. In un mixer unirlo alle farine, l’uovo e i cucchiai di vaniglia. Mescolare fino a quando gli ingredienti saranno ben amalgamati e si formerà un panetto di impasto. A questo punto stendere ‘impasto su una spianatoia infarinata e impastare a mano, delicatamente. Staccare un po’ di impasto e farne delle palline. Disporle su una placca rivestita di carta da forno e appiattirle con una forchetta. Infornare in forno ben caldo (180°) per circa 20 minuti o fino a quando i biscotti risulteranno dorati. Togliere dal forno e lasciare raffreddare su una griglia. Conservare in un scatola di latta.