Novembre: mele, carote e farro per un muffin

Archiviato il ponte ecco qui una nuova settimana e nuovo mese tutto da affrontare. Non so voi, ma novembre e dicembre sono due mesi che mi piacciono un sacco. L’atmosfera natalizia alle porte, compleanni di persone a cui voglio molto bene, freddo ma non freddissimo, giornate uggiose che fanno venire voglia di rilassarsi in casa con una bella tazza di tè caldo e una copertina. Quest’ultima immagine è proprio quello che ho fatto ieri: tè accompagnati da muffin dal profumo autunnale, computer per sistemare le foto degli ultimi giorni e l’immancabile copertina sulle gambe (fa vecchietta?!). Le foto sono quelle che vedete qui sotto e quelle che arriveranno nei prossimi post, è stato un ponte moooolto profiquo: ho cucinato, assaggiato, chiaccherato con amici e soprattutto fotografato! Quattro giorni davvero rilassanti e dedicati solo a me e a quello che più mi piace fare… ogni tanto ci vuole no?!
Tutto è iniziato quando settimana scorsa ho deciso che avrei fatto il ponte, il primo che riesco a prendermi da quasi un anno e mezzo :) E così dopo aver passato giovedì a sistemare il solaio, venerdì, complice il bel tempo sono andata con R. a fare un giretto al Parco Sempione. C’era tantissima gente: chi correva, chi era in giro con i bambini, chi semplicemente passeggiava, molte le persone armate di macchina fotografica. Devo dire che con i colori autunnali il parco è proprio bello ed è stato una piacevole scoperta. A volte, presi dalla frenesia quotidiana, si passa nei posti senza guardarli veramente ed ogni tanto invece è bello fermarsi e dedicare attenzione ai piccoli particolari. Vi lascio quindi qualche foto degli scorci che più mi sono piaciuti, e più sotto la ricetta di muffin dal profumo autunnale :)

Quindi, dicevamo di questi muffin dal profumo autunnale. Mele, carote e cannella anzitutto e poi la farina di farro, che li rende rustici e corposi, adatti ad essere tuffati in una tazza di tè o caffè americano. Per mantenere i muffin belli leggeri al posto del burro, olio di semi, e infine zucchero di canna e fiocchi d’avena per guarnire il topping. La preparazione, come per tutti i muffin, è semplice semplice. In una terrina mescolare 2 uova, 80 g di zucchero di canna e 50 ml di olio vegetale (io ho usato semi di girasole). Mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo. Mescolare 150 g di farina di farro con 1 cucchiaino e mezzo di lievito in polvere, 1 cucchiaino di cannella e aggiungere il tutto al composto di uova, zucchero e olio. Mescolare bene. Grattugiare una carota finemente, sbucciare una mela e tagliarla a cubetti. Incorporare mela e carota al resto del composto, lasciandolo un po’ grumoso (l’impasto non deve essere completamente liscio). Scaldare il forno a 180° e riempire i pirottini  per 3/4. Spolverizzare sulla superficie dei muffin un po’ di zucchero di canna e i fiocchi d’avena. Infornare per circa 25 minuti. Togliere dal forno e mangiarli ancora belli caldi.

Muffin cioccolato e pistacchi

Questi primi mesi dell’anno sono stati belli ricchi e, in vista di due settimane decisamente piene (per non dire superpiene), ho deciso di concedermi un weekend-senza-stress*, in cui avrei tralasciato tutto il resto (tipo: lavare-stendere-stirare-fare la spesa, ecc) e mi sarei dedicata solo a quello che avevo voglia di fare veramente. E così il weekend è iniziato con una colazione in un posto delizioso (di cui vi racconterò nei prossimi gironi) e una merenda con questi muffin morbidi e profumosi.

Efettivamente se riguardo indietro praticamente le ultime ricette sono cioccolato-based (qui e qui) e anche questi muffin devo dire che a cioccolosità si difendono molto bene. Quindi, amanti del cioccolato…unitevi! E siccome spesso amici&co. mi chiedono come si fanno i muffin: se è facile o difficile, come fanno ad uscire così belli gonfi, ecc.
Ho quindi pensato di rivelarvi per filo e per segno quali sono i miei piccoli truccheti per sfornare dei muffin deliziosi. Una volta capito il meccanismo ci si può sbizzarrire con tantissime varianti: dolci, salate, con verdura, frutta fresca o secca e, la mia ultima passione, con mix di farine diverse. Ma partiamo dalle basi :)

  1. anzitutto il forno. E’ fondamentale che sia bello caldo al momento di infornare. Quindi, accendete il forno a 180 °C. Se avete un forno ventilato abbassa telo un pochettino, 170° C sarà perfetto.
  2. L’impasto. E qui sta il segreto :) Per la buona riuscita dei muffin è importante dividere, e lavorare separatamente gli ingredienti secchi da quelli liquidi. Quindi, in un recipiente si mescolano latte, uova, burro fuso ecc; in un altro recipiente farina, lievito, bicarbonato,  zucchero. Mescolare bene i vari ingredienti nei recipienti in modo da renderli omogenei. A questo punto unire i due impasti. Io di solito procedo facendo una fontanella nell’impasto solido e verso gli ingredienti liquidi al centro. A questo punto, altro passo fondamentale, bisogna mescolare, con un cucchiaio di legno, male e poco. Non abbiate paura dei grumi che restano nell’impasto, sono consentiti e anzi, sono proprio loro che permettono al muffin di assumere la sua classica forma a cupoletta con le crepe sulla sommità.
  3. Una volta ottenuto l’impasto si possono aggiungere gli altri ingredienti solidi: pezzi di frutta, noci, mandorle, gocce di cioccolato ecc.
  4. A questo punto ci siamo, non vi resta che prendere le apposite teglie per muffin, rivestirle con dei pirottini (o imburrarle e infarinarle) e trasferirci l’impasto. Due note per rendere questa operazione infallibile. Anzitutto gli stampini non vanni riempiti fino al bordo, ma solo per ¾, perché il composto in forno lievita. Se li riempite troppo l’impasto uscirà. Per fare in modo che gli stampini siano riempiti tutti allo stesso livello potete utilizzare una paletta da gelato (se non l’avete va bene anche un cucchiaio, facendo attenzione a riempirlo sempre con la stessa quantità di impasto).
  5. Infornare per 15-20 minuti, verificare la cottura con la prova stecchino: infilare uno stuzzicadenti al centro di un muffin, se esce pulito il muffin è pronto!
  6. Sfornare e lasciare raffreddare su una griglia per qualche minuto.

Visto come è semplice? A questo punto non mi resta che lasciarvi la ricetta dei miei muffin cioccolato e pistacchi e.. buon lunedì!

Muffin cioccolato e pistacchi

Ingredienti: 210 gr di farina, 150 gr zucchero, 40 gr cacao in polvere, 2 cucchiai di lievito in polvere, 200 gr di latte, 250 gr di burro fuso, 100 gr di cioccolato fondente, 1 cucchiaino di vaniglia, 2 uova

In una ciotola unire gi ingredienti secchi: farina, cacao, lievito e vaniglia. Mescolare bene. In un pentolino fare sciogliere a fuoco lento il burro e il cioccolato. Una volta fusi unire il latte e le uova, mescolando bene. Unire i due composti, mescolarli grossolanamente e versare il composto nei pirottini. Infornare a 180°C per circa 20 minuti. Mentre i muffin sono in forno tagliare al coltello una manciata di pistacchi e utilizzarli come guarnizione una volta che i muffin saranno pronti.

* Ovviamente poi, con tutto quello che è successo è stato tutto tranne che un weekend no stress e senza pensieri…ecco quindi che questi dolcetti, seppure nel loro piccolo hanno addolcito un po’ le giornate :(

Mini muffin zucca, mandorle e semi di papavero

Non so se si era capito, ma da queste parti noi i muffin li adoriamo. Cosa c’è di più simpatico di questi dolcetti che si gonfiano in forno e regalano un delizioso profumo a tutta la casa? Ecco, secondo me niente. E continua la sperimentazione della zucca come ingrediente principale dei dolci: dopo questo esperimento qui (che è metà tra dolce e salato) e poi anche questo (che invece è proprio dolce) oggi ci lanciamo nei muffin zucca, mandorle e semi di papavero. Un abbinamento molto autunnale, che mi è piaciuto taaaantisssssimo. E questa volta, tanto per cambiare, li ho fatti mini: dei mini-muffin da mangiare uno dopo l’altro.  Quindi, mettiamo il bollino di “esperimento riuscito” e andiamo avanti, anzi, andiamo ad affrontare una nuova settimana, che per me si preannuncia bella tosta.

Ah quasi dimenticavo, questa settimana ci sarà una sorpresina, quindi stay tuned, mi raccomando!

Mini muffin zucca, mandorle e semi di papavero

Ingredienti: 2 uova, 90 g di zucchero di canna grezzo, 160 g di farina di farro, 100 g di burro, 180 g di purè di zucca, 100 g di yogurt naturale, 2 manciate di mandorle tagliate grossolanamente, 1/2 bustna di lievito, la punta di un cucchiaino di bicarbonato, 1 cucchiaino di semi di vaniglia , 2 cucchiaino di semi di papavero, un pizzico di sale.

Riscaldare il forno a 180°. In un recipiente mescolare la farina, il lievito, il bicarbonato, le mandorle tagliate grossolanamente, i semi di papavero, il pizzico di sale e mettere da parte. Nel mixer mescolare le uova con lo zucchero. Aggiungere il burro e la vaniglia e continuare a mescolare. Aggiungere lo yogurt e il purè di zucca (io l’ho fatta cuocere a vapore nella pentola a pressione, con la buccia, così poi è più facile toglierla) e mescolare fino a quando sarà tutto amalgamato. Incorporare infine il misto di farina e mescolare. Versare il composto in stampini per muffin, imburrati o con dei pirottini. Infornare per 20-25 minuti, fino a quando, infilando nel muffin uno stecchino questo uscirà asciutto. Togliere dal forno e lasciare raffreddare prima di servire.

Autunno, zuppa e muffin

L’autunno, se le giornate sono come quelle del weekend appena passato, è proprio una stagione fantastica. Le foglie che piano piano cambiano colore, il sole che ancora scalda, il cielo blu e profumi mangerecci deliziosi. Questo weekend sono stata sola perché R. ha dovuto lavorare, così ne ho approfittato per cucinare un po’ dei miei piatti preferiti: zuppe e muffin, manco a dirlo :-) Sono stati due giorni molto rilassanti, sabato ho anche trovato del tempo per andare a fare un giretto in un posticino delizioso (di cui parlerò nei prossimi giorni) con la mia amica A. Qualche ora tra biscotti, the e cioccolata, chiacchere e risate… ci vorrebbero più spesso giornate così!

Quanto al lato mangiareccio, sabato sono andata a fare la spesa al mercato sotto casa e devo dire che sono rimasta piacevolmente sorpresa. Frutta e verdura di ottima qualità, tantissima scelta e prezzi super contenuti. Il bottino è stato anzitutto una zucca: bella, rotonda e colorata. Poi mele, zucchine, carote, e uova che arrivano direttamente dal contadino.

E quindi ecco qui, la prima cosa che ho preparato è stata una zuppa di zucca, carote e feta. Una ricetta semplice, veloce e che racchiude in sé tutti i sapori e i colori dell’autunno. La ricetta, per 2 persone, non ha dosi certe, sono andata un po’ ad occhio: tagliare a dadini mezza zucca (medie dimensioni) e 4 carote. Cuocerle al vapore (io ho usato la pentola la pentola a pressione) e una volta pronte con un frullatore a immersione ridurle in purè. Aggiungere 100g di feta e frullare nuovamente. Regolare di sale e pepe, aggiungere olio a crudo e servire.

Poi, per la merenda cosa c’è di meglio se non dei morbidi, profumosi e coccolosi muffin? Il bello di questi muffin, è che sono gluten free. Eh si, perché all’inizio di novembre si è capito che il mio organismo ha deciso i cosiddetti alimenti raffinati, non gli andavano più. Quindi, niente raffinati per un po’ che tradotto significa niente farina 00, zucchero bianco o alimenti appunto raffinati. Guardando il lato positivo della cosa, il fatto di dover eliminare tutti gli ingredienti che mi fanno male, ho la possibilità di scoprire ricette e sapori nuovi. E questi muffin sono il frutto di una bellissima scoperta. Dal blog di Aran, che spesso propone ricette gluten free, ho preso ispirazione per questi dolcetti che sono indescrivibili per quanto sono buoni. La ricetta originale l’ho riadattata e questo è il risultato: muffin alla zucca e mele, con farina di farro e riso.  Per 12 muffin: 100 g di zucchero di canna, 80 ml di latte di riso, 80 ml di olio vegetale, 45 g di nocciole (+ altri 30 g), 100 g di farina di farro, 60 g di farina di riso, 3 uova, 115 g di zucca (in purè), 1 grande mela rossa (tagliata a piccoli dadini), 1 cucchiaino di lievito per dolci, 1/2 cucchiaino di bicarbonato, 1 cucchiaino di vaniglia, 1 cucchiaino di cannella, 1 pizzico di sale. Una volta che avete tutti gli ingredienti ecco cosa si deve fare: fare cuocere al vapore la zucca, tagliata a cubetti (con ancora la buccia). Una volta cotta mettere da parte la polpa, pesarne 115 g e ridurla in purè. Aggiungere al purè le uova, il latte, l’olio, lo zucchero e l’estratto di vaniglia. Mescolare bene e mettere da parte. Tritare i 45 g  di nocciole nel mixer, fino ad ottenere una farina grossolana. In recipiente mescolare le farine (compresa quella di nocciole), il lievito, il bicarbonato, il sale e la cannella. Unire gli ingredienti umidi a quelli secchi e mescolare fino a quando saranno ben amalgamati. Aggiungere al composto i cubetti di mela e le nocciole restanti, grossolanamente tritate. Versare il composto negli stampini per muffin e infornarli per 18-20 minuti in forno ben caldo (180° C). Toglierli dal forno e lasciarli raffreddare per qualche minuto prima di servirli.

Buon lunedì a tutti :-)

Autunno, mele e madeleines

Ebbene si, sembra che le mezze stagioni non esistano proprio più. All’inizio di agosto sembrava autunno ed ora sembra di stare in estate…insomma ci sono pure le zanzare! Oddio, non che questo calduccio mi dispiaccia, anzi è proprio il mio clima ideale, ma insomma vorrei anche vedere le foglie che cambiano colore, andare a raccogliere le castagne, perché alla fine a me l’autunno piace! E cosa meglio delle mele rappresenta l’autunno? Le castagne forse? Beh, per quelle c’è tempo, per ora è il momento delle mele. E quindi, sabato mi sono messa con calma a spulciare sui blog che adoro e su quello di Aran ho trovato una ricetta della mia passione della scorsa stagione: le madeleine. E per di più erano alle mele, beh, diciamo che non potevo chiedere di più, ecco! Stampini per madeleine alla mano mi sono messa a pelare mele e intanto riflettevo sulle varie modifiche che potevo fare alla ricetta. Alla fine ho fatto solo due piccoli cambiamenti: anzitutto ho deciso di usare la farina di farro che la mia amica G. mi ha regalato qualche mese fa (già sperimentata con grande successo qui e poco dopo con questa torta qui). E poi ho aggiunto un po’ di cannella, che secondo me con le mele ci sta sempre bene! Quello che ne è uscito è un delizioso dolcetto da the, o da sgranocchio per i momenti difficili, con una consistenza morbida ma rustica allo stesso tempo (sarà il colore dorato, che ne so!), e con un profumo delicato.

Devo dire poi, che a parte il riposo dell’impasto per fare uscire la famosa gobbetta-madeleinosa, si fa tutto molto velocemente, tanto che io le ho iniziate a preparare alle 6 di sera per fare una sorpresa a due nostri amici con cui uscivamo a cena alle 8.30. In pratica, una volta sformate e lasciate raffreddare un attimo le ho infilate in un bel sacchettino, un bigliettino per augurare la buona colazione del giorno dopo e via, il kit colazione è pronto!

Madeleines alle mele

Ingredienti: 120g  di farina di farro, 100g di burro, 70g di zucchero di canna, 1/2 bustina di lievito, 2 uova, 1 pizzico di sale, una punta di bicarbonato, 3 mele, cannella, 1 limone, 1 cucchiaio di zucchero

Per prima cosa pulire e tagliare a cubetti le mele. Metterle in un pentolino anti aderente con il succo di limone e il cucchiaio di zucchero. Fare cuocere per una decina di minuti a fuoco medio, mescolando di tanto in tanto, fino a quando le mele non saranno belle tenere. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare. In una terrina mescolare la farina con il lievito, il sale e il bicarbonato e mettere da parte. In un pentolino mettere a sciogliere il burro, fino a quando non avrà assunto un bel colore dorato (attenzione a non farlo bruciare!). Nel mixer unire lo zucchero con le uova e mescolare per qualche minuto, fino a quando il composto non sarà bello spumoso e avrà raddoppiato il volume. Nel frattempo riprendere le mele orami raffreddate e passarle al frullatore, in modo da ottenere una sorta di purè. A questo punto unire gli ingredienti asciutti (la farina&co) al mix di zucchero, mescolando bene. Aggiungere poi il burro e le mele, continuando a mescolare fino a quando il composto risulterà omogeneo. Versare tutto in un recipiente e ricoprire con la pellicola trasparente a contatto. Mettere nel frigo a riposare per almeno 2 ore (io l’ho poi lasciato tutta la notte). Scaldare il forno a 180°, riempire gli stampini con un cucchiaio di composto e infornare per circa 10 minuti. Lasciare raffreddare, sfornare e lasciare riposare per qualche minuto. Si conservano per qualche giorno in una scatola di latta.

Tornata#2 (e questa volta davvero!)

E va bene, va bene, non ero proprio tornata definitivamente. O meglio io credevo che sarei tornata subito, ma fastweb e una serie di altre peripezie  hanno prolungato per qualche settimana la mia assenza. Ma eccomi, ora ci sono e per davvero! Archiviate le giornate a passate montare mobili Ikea, dipingere pareti, ringhiere e vecchi mobili, ora resta qualche scatolone da disfare, una stanza da arredare e il terrazzo da sistemare, ma finalmente la casa inizia ad essere una casa e anzi, la nostra casa! Finalmente una bella cucina dove cucinare senza mettere le cose in equilibrio una sopra l’altra, un forno all’altezza giusta, un pensile tutto per le mie farine, cioccolati ecc e un cassettone tutto per i miei stampi, stampini e arnesi vari.

Così, con la scusa di prendere le misure con la mia nuova cucina, questa che vedete qui sopra è la prima cosa che mi sono messa a cucinare ora che le temperature sono tornate accettabili per accendere il forno. E’ una delle solite merende-colazioni coccolose, piene di cioccolato, ma questa volta c’è anche un ingrediente inaspettato. Dopo questa volta qui, ho scoperto che mi piace un sacco arricchire la ricetta con qualcosa che chi l’assaggia proprio non si aspetta. E oggi è la volta della barbabietola abbianata al cioccolato. Ne avevo letto tempo fa in uno dei miei blog preferiti, ma non mi ero mai decisa a prepararla e poi l’altro giorno (nel mio supermercato di fiducia nuovo di zecca) ho visto le barbabietole e mi si è accesa la lampadina. E mi sono detta, perchè no? E per fortuna che me lo sono detta, perché il risultato è delizioso. Questi dolcetti sono morbidi, gustosi e la barbabietola con il cioccolato si sposa benissimo. Per me una volta mescolata con il resto degli ingredienti non si sente un gran che, ma chi l’ha provata mi ha detto che, una volta coperto che l’ingrediente segreto era la barbabietola, effettivamente si sentiva. Non so se era suggestione, se li provate anche voi, poi mi fate sapere?

Mini cake barbabietola e cacao

Ingredienti: 175 g di farina, 75 g di cacao amaro, 250 g di zucchero superfine, 250 g di barbabietola (precotta), 4 uova, 200 ml di olio, 1 cucchiaino di vaniglia, 250 g di cioccolato tagliato, 1/3 di tazza di panna, 1/2 bustina di lievito

Scaldare il forno a 180°. Mescolare la farina, il cacao, lo zucchero e il lievito in un recipiente. Tagliare la barbabietola e metterla nel frullatore fino ad ottenere una sorta di purè. Aggiungere una per volta le uova, poi l’olio e l’estratto di vaniglia. Mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo. Prendere la terrina con gli ingredienti secchi e fare un busco nel centro. Versare il composto liquido e mescolare bene. Versare l’impasto in stampini per muffin e infornare per circa 30-35 minuti. Lasciare raffreddare qualche minuto e poi togliere i dolcetti dalla teglia e servirli tiepidi.

Cioccolato&Lamponi #2

Che letto un po’ così questo titoletto ci manca solo “la vendetta”. E a dire il vero non sarebbe neanche tanto sbagliato perché, da che non lo avevo mai provato l’accostamento lamponi e cioccolato mi sono ritrovata a fare una ricetta dietro l’altra. Prima una in stile brownies e poi un’altra gluten free e insomma…mi sono resa conto che ho sviluppato una nuova dipendenza! Questa poi è davvero super super super buona. E, ovviamente anche super veloce da fare, sempre perché il periodo di piena non mi permette di fare nulla che richieda oltre i 5 minuti! Infine ci si mette pure il tempo che, diciamoci la verità, non è che sia proprio estivo e quindi… evviva ho riacceso il forno!

Dunque venendo al dolce questo è uno della serie morbido dentro (e anche fuori effettivamente) e con un cuore di lamponi che contrastano così bene con il cioccolato che alla fine questo dolce è così irresistibile che viene voglia di mangiarli tutti, uno dopo l’altro! Il segreto per fare questo dolce così morbido è la cottura, che deve essere al massimo di 8 minuti in modo che sia bello cotto all’esterno ma moooorbidoso all’interno. Provare per credere!

Semicotto al cioccolato & lamponi

Ingredienti: 140 g di cioccolato fondente, 110 g di burro, 3 cucchiai di panna, 1 cucchiaio di farina, 1 cucchiaio di maizena, 50 g di zucchero di canna, 2 uova, 100 g di lamponi.

Preriscaldare il forno a 200°. Riverstire una teglia da muffin con la carta da forno o con i pirottini. Sbattere le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere la farina setacciata e la maizena, continuando a sbattere. In un pentolino fare sciogliere il cioccolato con il burro e la panna liquida. Aggiungere il cioccolato + burro e panna fuso al composto solido e mescolare fino a renderlo liscio ed omogeneo. In ogni stampino mettere 3 o 4 lamponi e versarci sopra l’impasto. Cuocere per circa 6-8 minuti, i dolci dovranno essere molo morbidi toccandoli. Aspettare qualche minuto, sformare e servire ancora caldi (ma vi assicuro che anche freddi sono buonissimi!)

Cioccolato bianco e aria di vacanza!

Qui noi siamo in partenza eh! Il countdown segna meno 2, finalmente mercoledì si parte!!! Pasis, j’arrive! E, vi dirò la verità, non vedo l’ora di girare per le viuzze della capitale francese, di sbirciare nei suoi negozietti e mercatini, di provare tutti i dolci (eh si la dieta ce la dimentichiamo un po’, vabbè dai…) e di fare tantissime foto. Ecco, fatta la comunicazione di servizio ora veniamo a noi. Dunque, guardo nell’archivio dei post e noto due cose: 1. ma quanti giorni sono che non scrivo??? aiutooooo! 2. ultimamente faccio solo muffin, mini dolcetti e tortine, ma che è? Pensa e ripensa e la risposta è ovvia, cosa c’è di più veloce  (=per chi non ha tempo) e gustoso (=per chi è super goloso) che un muffin? Niente! E quindi oggi ve tocca un altro muffin, e questa volta pure cioccolatoso! Per fortuna venerdì ha piovuto per bene, così almeno sono riuscita ad accendere il forno e a preparare un po’ di muffin per l’immancabile colazione-coccola del weekend. Una tazza latte, un muffin e marmellata fatta in casa…sole (sabato e domenica) e un nuovo libro da leggere. Cosa ci vuole di più per un weekend di relax?

Buon lunedì :)

Muffin al cioccolato biacno

Ingredienti: 350 g di farina, 150 g di cioccolato bianco, 200 ml di latte, 150 g di burro, 150 g di zucchero, 3 uova, 1/2 cucchiaino di bicarbonato, 1 bustina di lievito per dolci, 1 pizzico di sale

Scaldare il forno a 180° e preparate una teglia pe rmuffin, inserendo gli appositi pirottini in carta. Tagliare il cioccolato bianco a pezzettini e metterlo da parte. Mescolare il burro con lo zucchero, fino ad ottenere un composto cremoso. Aggiungere le uova una ad una, e in seguito il latte, sempre mescolando. Setacciare la farina con il lievito, il bicarbonato, il lievito e il sale. Incorporare gli ingredienti liquidi a quelli solidi e mescolare bene con un cucchiaio di legno. Non mescolare troppo l’impasto e non preoccuparsi se restano dei grumi. Incorporare il cioccolato bianco e versare l’impasto nei pirottini di carta, riempiendoli per 2/3. Infornare per 20-30 minuti e verificarne la cottura con uno stuzzicadenti. Togliere dal forno, lasciare riposare qualche minuto e servire tiepidi.

Un cupcake al giorno…

Oggi vado super velocissima. In ballo, oltre a tutto il resto, c’è un nuovo progetto super (vita privata questa volta….e non ci sono bebè in arrivo!), quindi incrociamo le dita e forse settimana prossima avrò qualche news! Tra le altre cose, il breack parigino si avvicina, non vedo l’ora di godermi qualche giorno a zonzo in questa splendida città. Nel frattempo, per gustare meglio l’attesa, ho rispolverato la confezione di speculoos che mi ha portato la mia amica F. da Bruxelles. Questi biscotti sono davvero speciali, solo sentirne il profumo mi viene in mente un tavolo apparecchiato con una tovaglia bianca, un bicchiere di latte, una rivista da sfogliare…insomma, per un attimo riesco a dimenticarmi del solito correre da tutte le parti! Bene, ma cosa fare con questi deliziosi biscottini? In mio soccorso arriva il noto Saveurs con un servizio tutto dedicato ai cupcakes! Eh si, ovviamente la ricetta l’ho un pochettino rivisitata togliendo il lime (più che altro perché non lo avevo in casa!) e aggiungendo il solito mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio. I cupcake sono ricchi di gusto ma leggeri, non troppo dolci (ho tolto un sacco di zucchero rispetto alla ricetta originale!) e con un inconfondibile profumo di cannella. Li ho portati in ufficio e sono spariti in un istante…mi sa che sono buoni!

Cupcake agli speculoos

Ingredienti: 150 g di farina, 50 g di speculoos ridotti in polvere, 1 cucchiaino di lievito, 1 pizzico di sale, 180 g di zucchero, 125 g di burro a temperatura ambiente, 2 uova, estratto di vaniglia, 125 ml di latte

Preriscaldare il forno a 180°. Mescolare la farina, gli speculoos ridotti in polvere, il lievito e il pizzico di sale. Mescolare il burro con lo zucchero, aggiungere le uova una per volta, continuando a mescolare e fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungere gli ingredienti secchi,  e infine il latte e l’estratto di vaniglia. Mescolare e versare negli appostiti stampini, riempiendoli per 3/4. Cuocere per circa 20 minuti e verificare il grado di cottura con uno stuzzicadenti. Togliere dal forno e lasciare raffreddare prima di servire.