Polpette di melanzane


Sembra che questa settimana i post siano tutti dedicati alle mie passioni :) La verità è che si tratta di un caso, però la cosa mi fa sorridere. Effettivamente, dopo la dichiarazione d’amore al momento della colazione eccomi a parlare di un altro mio grande amore: le polpette. Che poi non so bene perché mi piacciano così tanto, ma mettetemi davanti una polpetta e io non so resistere. Che sia di carne, di pese o di verdura come in questo caso, le polpette esercitano su di me una vera attrazione. Ma partiamo dall’inizio. Lo scorso weekend, nel solito giro di spesa, mi sono lasciata tentare da delle bellissime melanzane viola. Lo so, lo so, la stagione è praticamente finita, ma avevo una voglia matta di mangiarmele con il sugo (tipo una parmigiana assolutamente non fritta) e così le ho comprate. Devo dire che erano davvero buone, dolci e gustose. Per farla breve, dalla parmigiana sono avanzate delle fette di melanzana e ho deciso di farci delle belle polpettine.

La ricetta è facilissima, quelle che ti salvano dal solito arrivo improvviso di amici a cena; possono essere mangiate come stuzzichino-aperitivo oppure come secondo, sono morbide. Io ci avrei aggiunto il sesamo, ma a R. non piace, quindi per questa volta niente di fatto, ma al prossimo giro non mancheranno sicuramente.

Polpette di melanzane

Ingredienti: 2 melanzane, 2 uova, 1/2 spicchio d’aglio, pangrattato, pecorino (o grana) grattugiato, prezzemolo, sale e pepe

Pulire le melanzane, lavarle e asciugarle. Grigliarle o passarle in forno (a 200° per circa 30 minuti). Quando le melanzane saranno cotte, toglierle dal forno e lasciarle intiepidire. Mettere la polpa in un colino e premere per fare in modo che l’acqua esca. Mettere le melanzane in un recipiente capiente e aggiungere le uova, il formaggio grattugiato, il basilico e l’aglio schiacciato. Regolare di sale e pepe e unire il prezzemolo. Impastare per bene e quando il composto sarà omogeneo fare delle polpettine tonde della grandezza di una noce. Passarle nel pangrattato una dopo l’altra e disporle su una teglia da forno precedentemente ricoperta con carta da forno. Infornare per  25-35 minuti a 180°. Togliere dal forno, lasciare raffreddare qualche minuto e servirle.

Polpettine spada e pistacchi

Tanto per cambiare un po’, la ricetta di oggi è salata (sorpresa!). Devo dire che quando l’ho vista non è che fossi proprio super favorevole all’idea di fare delle polpettine con del pesce. Pesce Spada poi…e di inverno…Non mi sembrava proprio fattibile. Dall’altro lato, però, la panatura con i pistacchi mi affascinava tantissimo e quindi, quando R. si è presentato a casa con tre belle fette di pesce spada fresco mi è subito venuta in mente la  foto di questa ricetta che avevo visto sfogliando e risfogliando questo bellissimo libro qui di cui mi sono innamorata un annetto fa.

Ecco per tornare all’argomento in questione devo dire che in realtà queste polpettine mi hanno talmente conquistato che non vedo l’ora di rifarle per mangiarne ancora! Il gusto complessivo è molto delicato, la panatura fatta con i pistacchi è leggerissima e molto bella da vedere, i pistacchi tritati grossolanamente mi piacciono tantissimo, e una volta fritti hanno un colore dorato che li rende ancora più brillanti e deliziosi (ovviamente!). Beh, non mi resta che lasciarvi con la ricetta che rispetto a quella originale ha qualche piccola modifica, più che altro delle aggiunte. Ovviamente mi sembrano un’ottima idea per un antipasto natalizio, di capodanno, della befana diverso!

Polpette di pesce spada e pistacchi

Ingredienti: 200 g pesce spada, pistacchi 100 g, anacardi 100 g, 2 fette di pancarrè integrale, 1 uovo, mezza cipolla, prezzemolo, un pizzico di buccia di arancia grattugiata, sale e pepe, olio per friggere.

Tritare finemente il pesce spada fino a ridurlo in una polpa. Bagnare il pancarrè con del latte e strizzarlo, aggiungerlo alla polpa di pesce spada e mescolare con il resto degli ingredienti. Formare le polpettine e passarle nella panatura di pistacchi e anacardi tritati finemente. Fare friggere in olio bollente per qualche minuto, fino a quando le polpette saranno leggermente dorate. Asciugare su carta da cucina e servire tiepide.

Polpette!

Buon lunedì a tutti :) Quello appena passato è stato un bel weekend casalingo, dedicato alla cucina e a cenette con gli amici. Una delle cose che ho preparato sono le polpette, che siccome le ho preparate per la cena di ieri sera sono state subito ribattezzate “le polpette della domenica”. C’è da dire che non ho seguito una ricetta vera e propria perchè ho preso un po’ di ingredienti che avevo in casa e li ho mischiati insieme…ma in fondo è questo il  bello delle polpette, o no?

In sostanza questo è quanto: 250 g di carne trita, 250 g di salsiccia, 3 fette di pancarrè, latte, aglio, prezzemolo, pangrattato, parmigiano, 2 uova, sale e pepe.

Mescolare la carne trita con la salsiccia privata della pelle. Ammorbidire le fette di pancarrè privato della crosta nel latte e strizzarle bene. Unirle alla carne insieme al trito di aglio e prezzemolo, alle uova, al pangrattato e al parmigiano grattugiato. Mescolare tutto bene e aggiungere sale e pepe. Formare tante polpettine e passarle nel pangrattato, disporle in una pirofila con olio e informarle per 20 minuti a 200°.

Photo: © ila